worldfree

Un “regalo alle ecomafie”. Così il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo definisce l’abolizione del Sistri, il sistema per la tracciabilità dei rifiuti, provvedimento contenuto nel decreto anti-crisi e illustrato a Palazzo Chigi dal collega per la Semplficazione Roberto Calderoli. La Prestigiacomo dice che la manovra su questo punto è da rivedere e emendare: “La tracciabilità dei rifiuti è un obbligo comunitario che consente di seguire il percorso dal produttore allo smaltimento finale, contrastando tutti gli smaltimenti illeciti che hanno ingrassato per decenni le ecomafie. Il Sistri è anche a costo zero per le casse dello Stato” argomenta il ministro, che annuncia discussione in Parlamento sul tema per “non gettare al vento quanto fatto finora”. Critiche anche le associazioni ambientaliste: per Wwf e Legambiente l’abolizione del Sistri sarebbe un falso risparmio perchè brucerebbe gli investimenti. Così, dicono, la lotta all’illegalità ambientale diventa “un’operazione di facciata”.

Cos’è il “Sistri”

Il SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) nasce nel 2009 su iniziativa del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel più ampio quadro di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione per permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per la Regione Campania.

Il Sistema semplifica le procedure e gli adempimenti riducendo i costi sostenuti dalle imprese e gestisce in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell’illegalità.

La lotta alla illegalità nel settore dei rifiuti speciali costituisce una priorità del Governo per contrastare il proliferare di azioni e comportamenti non conformi alle regole esistenti e, in particolare, per mettere ordine a un sistema di rilevazione dei dati che sappia facilitare, tra l’altro, i compiti affidati alle autorità di controllo.

È questo il motivo per cui è stato realizzato il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti SISTRI, la cui gestione è stata affidata al Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente.

Nell’ottica di controllare in modo più puntuale la movimentazione dei rifiuti speciali lungo tutta la filiera, viene pienamente ricondotto nel SISTRI il trasporto intermodale e posta particolare enfasi alla fase finale di smaltimento dei rifiuti, con l’utilizzo di sistemi elettronici in grado di dare visibilità al flusso in entrata ed in uscita degli autoveicoli nelle discariche.

Il SISTRI costituisce, quindi, strumento ottimale di una nuova strategia volta a garantire un maggior controllo della movimentazione dei rifiuti speciali.

Con il SISTRI lo Stato intende dare, inoltre, un segnale forte di cambiamento nel modo di gestire il sistema informativo sulla movimentazione dei rifiuti speciali. Da un sistema cartaceo – imperniato sui tre documenti costituiti dal Formulario di identificazione dei rifiuti, Registro di carico e scarico, Modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) – si passa a soluzioni tecnologiche avanzate in grado, da un lato, di semplificare le procedure e gli adempimenti con una riduzione dei costi sostenuti dalle imprese e, dall’altro, di gestire in modo innovativo e più efficiente, e in tempo reale, un processo complesso e variegato che comprende tutta la filiera dei rifiuti, con garanzie di maggiore trasparenza e conoscenza.

L’iniziativa si inserisce così anche nell’ambito dell’azione di politica economica che da tempo lo Stato e le Regioni stanno portando avanti nel campo della semplificazione normativa, dell’efficientamento della Pubblica Amministrazione e della riduzione degli oneri amministrativi gravanti sulle imprese.

I vantaggi per lo Stato, derivanti dall’applicazione del SISTRI, saranno quindi molteplici in termini di legalità, prevenzione, trasparenza, efficienza, semplificazione normativa, modernizzazione.

Benefici ricadranno anche sul sistema delle imprese. Una più corretta gestione dei rifiuti avrà, infatti, vantaggi sia in termini di riduzione del danno ambientale, sia di eliminazione di forme di concorrenza sleale tra imprese, con un impatto positivo per tutte quelle che, pur sopportando costi maggiori, operano nel rispetto delle regole.

fonte

Personalmente posso dire che è una cosa utilissima, ma lo stato ritardava nei contributi alle aziende che la praticavano, per questo motivo erano demotivate e pagando anticipamente venivano penalizzate economicamente. Non si può accellerare la burocrazia per i rimborsi in

questo stato “Digitaliazzato”!!!!!!!

Non buttare il tuo telefonino..!!! C’è chi te lo paga anche se non funzionante. Le spese di spedizione è tutta a carico nostro


Commenti



7 Commenti

  1.    fake rayban on 26 Giugno 2013 11:44

    Sans doute de l? vient sa grande notori?t? en Gr?ce, dans toute l’Antiquit? puis au travers des cultures et des si?cles.

  2.    cheap rayban on 26 Giugno 2013 11:45

    We are a diversified service provider operating the worlds cheapest secure network of buying and selling tibia gold,tibia item and tibia account on the Web.A mediados de junio de 1940 y acompa?ado por un funcionario de la Embajada de Venezuela en Madrid me llevaron en tren hasta Ir?n para atravesar la frontera con Francia.In French “Trente” means thirty.

  3.    miu miu shoes on 27 Luglio 2013 04:25

    The French designer, whose celebrity fans include Angelina Jolie and Sarah Jessica Parker, attempted to trademark his red soles in the US, and is so incensed with one American company, Oh…DEER!, he's entered in to a legal battle with them.

  4.    borse louis vuitton on 5 Agosto 2013 21:38

    This bag features sumptuous lambskin leather and a softly gathered ruching details, different from the previous drawstring tote.Helping all parts of the mind including the Unconscious, to become more calm and still.Your figure can be outlined nicely by a beautifully draped and flowing silk scarf.Rusia.

  5.    sac louis vuitton on 5 Agosto 2013 21:41

    Cubamore and ysl handbags more women are maddened upon it.Model but not least, I prerequisite to announcement the Instruct Signature pattern, Op Art.Catar.They traditionally use wasabi (horseradish), ginger, mustard, sansho (Japanese pepper), shiso (a plant with strongly flavored leaves and berries), and various members of the allium family, as well as mild spices such as sesame and mustard seeds, and powdered nuts.

  6.    louis vuitton online shop on 6 Agosto 2013 14:12

    Barts is diverse as well

  7.    www.4nuyq.ec41.pw on 16 Ottobre 2013 08:07

Nome

Email

Sito web

Speak your mind

Codice di sicurezza: