Foto-0060ROMA – I due bonus del 36% (ristrutturazioni edilizie) e 55% (risparmio energetico) a valere sull’Irpef possono essere richiesti anche per i lavori di ampliamento eseguiti in attuazione del Piano Casa, secondo le regole generali previste per le ristrutturazioni, mentre la ritenuta d’acconto del 10% sui relativi bonifici puo’ essere trasferita dai Consorzi alle singole imprese e non va effettuata sulle somme pagate ai Comuni in caso di oneri di urbanizzazione.

Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate in alcune risoluzioni appena pubblicata.

Ecco i chiarimenti delle Entrate:

- AMPLIAMENTI PIANO CASA AGEVOLATI: L’agenzia fornisce chiarimenti in merito ai lavori eseguiti in attuazione del Piano Casa, che prevede la possibilita’ di ampliare o ricostruire le abitazioni in deroga ai piani regolatori locali. In particolare, viene confermato che l’ampliamento di superfici e volumi e’ detraibile se riguarda la costruzione dei servizi igienici.

- RITENUTE D’ACCONTO A CONSORZIATE: La risoluzione dell’Agenzia precisa che i Consorzi di imprese senza finalita’ di lucro possono trasferire alle consorziate la ritenuta alla fonte del 10 per cento, che banche e Poste Spa devono effettuare sui bonifici disposti per i bonus ristrutturazioni e risparmio energetico. La risoluzione, infatti, precisa che le ritenute possono essere attribuite alle singole imprese una volta azzerato l’eventuale debito Ires del Consorzio e a patto che tale scelta risulti da un atto di data certa (atto costitutivo del Consorzio o verbale del Consiglio di amministrazione).

- ONERI URBANIZZAZIONE: Sempre in tema di ritenuta d’acconto, la risoluzione interviene specificamente sul pagamento degli oneri di urbanizzazione e di quelli collegati alla realizzazione degli interventi agevolati. Per evitare che i Comuni subiscano la ritenuta del 10 per cento, il pagamento di tali spese non deve necessariamente essere effettuato tramite bonifico.

Tuttavia, se cio’ avviene, occorre indicare il Comune come destinatario e, come causale, che si tratta di oneri di urbanizzazione, Tosap, ecc., e non di interventi per il recupero del patrimonio edilizio o il risparmio energetico; non va, quindi, utilizzato l’apposito modulo per le agevolazioni generalmente predisposto dalla banca o dall’ufficio postale.(ANSA).


Commenti



3 Commenti

  1.    ferrante salvatore voghera on 9 Gennaio 2011 20:26

    no destra . no sinistra . al centro c ‘è casini ? nooo!!! c’è soltanto casinoo!!! casinooo!! l’italia è finita , distrutta .e anche i vincitori sarano perdenti , perche il premio per chi vince è di avere una italia distrutta . sessuno rispetta piu laltra parte , e laltra parte risponde allo stesso tono . quale esempio riceviamo da chi ci dovrebbe guidare e garantire ? la mia rovina dimostra quello che ho detto . il delinquente corrotto giudice minudri maria di voghera e bianchi di tortona , sono i testimoni che confermano quanto da me scritto . quando vedremo dei giudici corrotti processati davanti il popolo italiano allora potremo cominciare a credere che la legge è uguale per tutti . cercatemi in google cosi , – - – - – - , scaricate e spedite agli amici , http://www.cattivagiustizia.com
    http://www.ingiustiziaitaliana.com

  2.    Hollister Deutschland on 9 Luglio 2013 16:17

    Truth is, they’re mostly for wives, girlfriends and tourists.

  3.    replica louis vuitton bags on 7 Agosto 2013 21:13

    SaudiarabienKorea (Nordkorea).However, many of them are in my opinion, overpriced for the average person.?gypte.

Nome

Email

Sito web

Speak your mind

Codice di sicurezza: