LONDRA
Il progetto è avveniristico quanto audace, ma potrebbe risolvere il problema delle emissioni di diossido di carbonio: l’idea, a cui lavorano gli scienziati dell’Istituto per l’Energia della Commissione Europea, è quella di sfruttare la potenza del sole desertico, grazie a sottili pannelli solari sovraesposti sulla enorme distesa del Sahara.

Per quanto più piccolo di qualsiasi altra nazione dell’Africa settenrionale, e più piccolo che il Galles, il Sahara, secondo gli scienziati, potrebbe un giorno generare sufficiente energia solare per rifornire tutta l’Europa con elettricità non inquinante. «Basterebbe catturare appena lo 0,3 della luce che cade sul Sahara e sui deserti del Medio Oriente per soddisfare le necessità di energia dell’Europa», ha detto Arnold Jaeger-Walden dell’Istituto per l’Energia della Commissione Europea, partecipando all’Euroscience Open Forum 2008 (Esof) di Barcellona.

Gli scienziati chiedono la creazione di una serie di enormi impianti solare per la produzione di elettricità sia attraverso cellule fotovoltaiche, oppure concentrando il calore del sole per far bollire l’acqua e far azionare turbine, il tutto nell’ambito di un piano per cercare di spartire le energie rinnovabili dell’Europa attraverso il continente. Una nuova superpila, per esempio, che trasmetta elettricità lungo i cavi ad alto voltaggio a corrente continua consentirebbe a Paesi come la Gran Bretagna e la Danimarca di esportare l’energia eolica in fasi di surplus, e di importare energia da altri fonti ecologiche come la geotermia dell’Islanda.

Le perdite di energia sulle linee di corrente continua sono inferiori che su quelle a corrente alternata tradizionale, che rendono anti-economica la trasmissione di energia sulle grandi distanze. La proposta di un reticolato (che -secondo il "Guardian"- ha già ricevuto il "via libera" di Nicholas Sarkozy e Gordon Brown) risponde alle critiche di coloro che hanno sempre detto che le energie rinnovabili non potranno mai essere economiche perchè il clima non è prevedibile. Ma gli sponsor del progetto osservano che il vento, anche se non soffia sufficientemente forte nel mare del Nord, starà sicuramente soffiando da qualche altra parte in Europa oppure, in mancanza di esso, ci sarà il sole su qualche pannello solare. Gli scienziati sostengono che sfruttare il Sahara potrebbe essere particolarmente efficace perchè la luce solare in quell’area è molto più intensa: i pannelli solari fotovoltaici collocati in Africa settentrionale potrebbero produrre energia elettrica in quantità tre volte superiore che se posti in Europa settentrionale.

La gran parte dei costi riguarderebbe la creazione del reticolato per collegare i Paesi del Mediterraneo meridionale, che attualmente non hanno la capacità per trasportare l’elettricità che le centrali solari nel nord-Africa potrebbero sviluppare. Secondo Jaeger-Walden, anche se si costruissero cavi ad alto voltaggio tra l’Africa settentrionale e l’Italia o si utilizzassero quelli già esistenti tra il Marocco e la Spagna, l’infastruttura di Paesi di transito come Italia, Spagna, Grecia o Turchia necessiterebbe una profonda ristrutturazione. Alcuni Paesi della sponda meridionale del Mediterraneo, tra cui la Spagna e il Portogallo, hanno già investito sostanzialmente nell’energia solare e l’Algeria ha cominciato a lavorare a un enorme impianto che combina energia solare e gas naturale, che comincerà a funzionare dal 2010 (e in questo modo il Paese punta a esportare 6.000 mega-watts di energia solare verso l’Europa entro il 2020).

Gli scienziati che lavorano all’avveniristico progetto ammettono che ci vorranno ancora molti anni e ingenti investimenti per produrre in Africa energia solare sufficiente da rifornire l’Europa; ma prevedono che entro il 2050 si potrebbero produrre 100 gigawatt (più che la produzione di elettricità combinata da tutte le fonti del regno Unito) con un investimento di 450 milioni di euro.

La proposta ovviamente è di quelle che entusiasma gli ambientalisti. Per Doug Parr, il principale scienziato di Greenpeace nel Regno Unito, «se il progetto fosse abbordabile da un punto di vista economico, una rete su vasta scala di energia rinnovabile sarebbe proprio il tipo di novità di cui abbiamo bisogno per far fronte al cambio climatico».

Secondo Jaeger-Walden, la costruzione di impianti solari aiuterebbe anche ad abbassare i costi per i consumatori: «L’impianto di energia solare più grande al momento è quello installato a Lipsia e il prezzo dell’istallazione è di 3,25 euro per Watt». «Se riuscissimo a realizzare il progetto, nel Mediterraneo (per esempio in Italia meridionale) equivarrebbe a pagare circa 15 centesimi per ogni kw/h di elettricità, al di sotto della media che paga attualmente il consumatore». La proposta di una rete per lo scambio di energia rinnovabile è nata quando il centro di ricerche congiunto della Commissione (JRC) ha pubblicato il suo piano strategico di tecnologia energetica, in cui emerge che i pannelli solari fotovoltaici sono una delle 8 tecnologie che devono essere difese da breve e medio raggio.


 

Contact Tables

myspace layouts

myspace layouts

 

 

 

 

 

 

Discover Xavier Rudd!

 


Commenti



5 Commenti

  1.    toms outlet on 12 Luglio 2013 16:31

    Before retiring, make sure your spouse’s plan offers family coverage.But Hades preferred to stay in the Underworld.

  2.    louis vuitton bolsos on 12 Luglio 2013 18:34

    The entrepreneur who has the persistence and courage to help keep following their desires will be successful.

  3.    louis vuitton pas cher on 12 Luglio 2013 18:36

    The virtually and traditional functionality of the piece is clear from its removable cuff attribute to its solid diving bezel delivering a classic timepiece for males of all agesSia chiaro, stiamo parlando di borse di lusso, come borse Burberry outlet online in raso che vedete qui costa 1495 ed ? disponibile, oltre che in rosa, blu e verdeborse burberry prezzi della Primavera Estate Burberry borse 2013 sono certamente non ? accessibile, ma, d’altro canto, sono in linea con il prestigio del marchio, la collezione di borse primavera estate 2013 che potete vedere nella galleria fotografica qui sotto parte da 1.

  4.    hermes birkin bag on 10 Agosto 2013 07:44

    “Become A Made Man” By Connecting With Higher Energies Above The Crown Chakra – The Sun And Sirius In Energy Enhancement Initiation 4

Nome

Email

Sito web

Speak your mind

Codice di sicurezza: